54. Un contesto diverso quindi, anche con molte criticità, segnato negli ultimi decenni da una svolta radicale nell’assistenza sanitaria e in modo particolare nel rapporto cittadino-sanitario, che ancora alcuni sanitari, come quelli che hanno avuto in cura Chiara, fanno finta di non vedere. 

Si tratta di una vera e propria “rivoluzione”. Esattamente la “terza rivoluzione” sanitaria, come è stata definita da Muir Gray, professore di Public Health a Oxford, e Walter Ricciardi, direttore dell’Istituto di Igiene dell’Università Cattolica di Roma, nel saggio Per una sanità di valore54

Terza rivoluzione, che va di pari passo con le rivoluzioni industriali, caratterizzata dalle nuove tecnologie e in particolare da Internet. Dove il cittadino non è più un fruitore passivo, come hanno evidenziato i ricercatori del Censis, ma si pone al centro di questa rivoluzione esercitando il suo ruolo con “fai da te” possibili che l’era digitale permette di realizzare, attraverso on demand o self publishing e via discorrendo55

Stessa cosa avviene anche nell’assistenza sanitaria, come affermano Gray e Ricciardi, dove il malato svolge un ruolo fondamentale nel percepire il “valore” delle prestazioni.

“Oggi – come rileva Ivana Truccolo dell’Irccs Centro di riferimento oncologico (Cro) di Aviano (PN) – a disposizione del paziente vi è una grande quantità di libretti, dépliant, brochure, video, articoli, pagine web dedicate, blog, chat, forum, testimonianze ‘di chi vi è già passato’, e ancora helpline, organizzazioni di supporto, guide redatte dalle sempre più numerose associazioni di volontariato, da siti medici e non, da editori sia divulgativi sia specialistici, e quant’altro. Allo stesso tempo è ormai diffusa fra i pazienti una spiccata propensione a ricercare autonomamente, attraverso strumenti diversi e sempre più integrati a loro diretta disposizione, informazioni specifiche sul loro stato di salute e approfondimenti relativi alle conoscenze sulla loro malattia”56

Note: 

54. Gray M. e Ricciardi W., Per una sanità di valore, Edizioni Iniziative sanitarie, Roma, 2008.

55. Censis, Rapporto sulla situazione sociale del Paese 2012, Franco Angeli, Roma, 2012, p.414.

56. Truccolo I., L’informazione, in Manuale per la comunicazione in oncologia, a cura di Vella S. e De Lorenzo F., Istituto superiore di Sanità, Roma, 2011, p.15.