121. Non mi hanno dato il tempo neanche di allacciare la seconda scarpa, che sono dovuto uscire. Perché? Altro che efficienza! Alle 4 del mattino?! Durante il ricovero, quando Chiara chiamava qualcuno, nessuno si è mai precipitato in meno di un minuto. Mai.

Un’efficienza così poi non può passare in silenzio, va premiata, encomiata e additata a tutti gli altri sanitari, non solo del Gemelli ma ai sanitari dell’intero Servizio sanitario nazionale!

Dopo l’accertamento della morte da parte del medico di guardia, spariscono tutti. Resto solo nella stanza con Chiara, fino all’arrivo di un mio parente. E soltanto intorno alle 8, il corpo di Chiara è stato portato all’obitorio. Nella stanza non è venuto poi nessun medico per informarmi su come è morta Chiara, né altri sanitari per farmi le condoglianze, né tantomeno per essere di supporto al lutto, come prevede la legge 38/2010. Nessuno. Tutti scomparsi, fino a oggi.